Non si affronta il nodo pensioni e si continua a deprimere l'economia

Banconote, Euro
Economia 14 Giugno 2013

Le speranze di evitare il nuovo aumento di un punto dell'Iva sono ormai quasi azzerate. Le parole pronunciate dal ministro dell'Economia Fabrizio Saccomanni in Senato rispondendo ad alcune interrogazioni, lasciano poche speranze: l'eliminazione completa dell'Imu costa 4 miliardi e altrettanto il blocco di un punto dell'Iva, cifre che "fanno ipotizzare interventi compensativi di estrema severità che al momento non sono rinvenibili". Il ministro ha aggiunto che sull'Iva il governo ha allo studio "tutto il ventaglio delle soluzioni": dallo stop dell'aumento, che costa 4 miliardi l'anno, ad un rinvio di qualche mese in attesa di un "miglioramento" dei conti pubblici. "A raccontare una cosa che oggi risulta impossibile si fa presto, ma poi diventa difficile". Lo ha detto il ministro dello Sviluppo Flavio Zanonato a 'Porta a porta' confermando che tra 16 giorni avremo l'Iva maggiorata di un punto, "senza che il governo faccia nulla". Contemporaneamente non si affronta il nodo pensioni, la vera chiave di tutto. Non si toccano le pensioni cosiddette d'oro e il cane continua a riconcorrere la coda, ovviamente senza avere la minima possibilità di poterla azzannare.

Social

segui mediavideo.it su facebook

segui mediavideo.it su twitter

segui mediavideo.it su google plus