Alle 4 del mattino la Concordia torna verticale

Costa Concordia, Isola del Giglio
Attualità 17 Settembre 2013

E' finita alle 4 del mattino la lunga giornata del Giglio, la giornata che ha segnato il ritorno in asse della Costa Concordia, venti mesi dopo il naufragio del 13 gennaio 2012. L'annuncio ufficiale della conclusione dell'operazione di risollevamento della nave è stato dato dal capo della Protezione civile Franco Gabrielli insieme ai responsabili del progetto per la Costa, Franco Porcellacchia, e per il consorzio Micoperi, Sergio Girotto. Cosa stessero per dire è stato chiaro fin dal loro ingresso in sala stampa: "Meglio di così non poteva andare", ha sintetizzato Porcellacchia. E anche sotto l'aspetto ambientale non emergono problemi: "Non credo che sarà una bomba ecologica", ha spiegato Maria Sargnetini, presidente dell'osservatorio.

Pochi minuti dopo l'annuncio è sbarcato sull'Isola Nick Sloane, il senior salvage master della Titan Micoperi, che ha diretto le operazioni di rotazione della Concordia, gestendole da una control room galleggiante a pochi metri dal relitto. E' stato accolto come una star. La rotazione della nave è il primo passo per portarla via dal Giglio, non prima della primavera, però. Il lato riemerso presenta evidenti segni di danneggiamento, provocati dal peso e dall'acqua. Il prossimo passo è metterla in sicurezza, per permettere ai tecnici di entrarvi e iniziare i lavori. La priorità ora è la ricerca dei due corpi ancora dispersi.

LA GIORNATA DI IERI. Sono un po' più lunghi del previsto i tempi per il ritorno in verticale della nave Costa Concordia, naufragata in poco più di un'ora la sera del 13 gennaio 2012 davanti alle coste del Giglio. Alla fine occorreranno circa 18 ore per rialzarsi, grazie all'ingegno di un team di 500 persone arrivate da tutto il mondo per realizzare qualcosa di mai tentato prima: 610 giorni dopo il naufragio, la Concordia riemerge dalle acque del Tirreno. E' stata una risalita un po' più lenta di quanto previsto. La rotazione della nave per riportarla in assetto verticale è iniziata alle 9 del mattino di lunedì. In dodici ore la nave ha ruotato di 13 gradi. Poco prima di mezzanotte gli esperti della Titan Micoperi hanno aperto le valvole per riempire di acqua i cassoni laterali, facilitando così il ritorno in asse della Concordia, grazie alla forza di gravità.

Social

segui mediavideo.it su facebook

segui mediavideo.it su twitter

segui mediavideo.it su google plus