giovedì, Maggio 19, 2022
HomeLocalA Città di Castello, i luoghi della cultura cittadini riaprono alle scuole:...

A Città di Castello, i luoghi della cultura cittadini riaprono alle scuole: tornano le visite in Pinacoteca comunale e Biblioteca Carducci

“L’interesse del mondo della scuola per il nostro patrimonio culturale è un segnale molto
importante che è giusto sottolineare, perché i giovani di oggi, ai quali offriamo l’opportunità
di conoscere il valore dei tesori della città, da adulti saranno i custodi di questa ricchezza”.
L’assessore Michela Botteghi sottolinea così la ripresa delle visite delle scolaresche
nei palazzi della cultura cittadini “dopo mesi di pandemia che hanno purtroppo rarefatto,
se non completamente annullato, le opportunità per bambini e ragazzi che frequentano gli
istituti del territorio di entrare nelle dimore della nostra città che ospitano sapere e arte”.
Nell’ambito del progetto didattico “PolYou” di Poliedro Cultura, nei giorni scorsi la
Pinacoteca comunale ha accolto i bambini delle classi quarta e quinta della scuola
primaria di Morra, che con una guida hanno avuto l’opportunità di ammirare da vicino le
opere d’arte di Raffaello e Signorelli, scoprendo la vastità e il pregio delle tracce lasciate da
pittori e scultori, ma anche la bellezza del giardino all’italiana che incornicia la facciata
decorata a graffito da Cristofano Gherardi su disegno del Vasari. Tra le sale di Palazzo
Vitelli alla Cannoniera immancabile è stata la suggestione per la storia della sora Laura,
che ha affascinato e incuriosito i piccoli visitatori, ma ad accendere ancor di più l’interesse
dei bambini sono stati i simboli raffigurati nelle opere d’arte e il loro significato, come nel
caso di alcune specie ornitologiche. Approfittando degli ingressi e delle visite gratuite
riservati al pubblico femminile, nella settimana della Giornata internazionale della
donna il museo ha visto aumentare gli ingressi, soprattutto dei residenti in città. “La
mostra dedicata a Raffaello ha riacceso l’attenzione dei tifernati per la Pinacoteca
comunale e ha contribuito a generare un interesse inedito per il museo, alimentato con una
sensibilità particolare dalle scuole, che siamo contenti di accompagnare nelle visite con
l’aspettativa che anche gli adulti possano frequentare questo luogo sempre più
assiduamente”, commenta l’assessore, nel far presente che “sono già tante le prenotazioni
per i prossimi mesi da parte degli istituti cittadini, dalla scuola dell’infanzia alle superiori”.
La stessa popolazione scolastica tornerà nelle settimane che verranno anche nella
Biblioteca comunale Carducci, di nuovo riaperta alle classi di bambini e ragazzi con un
calendario fitto di incontri già programmati. “Sono davvero numerose le scuole che
chiedono di poter far conoscere la biblioteca, i suoi servizi, la sua storia e prenotano una
visita personalizzata a palazzo Vitelli a San Giacomo per familiarizzare con un luogo che
non è riservato unicamente allo studio, ma, con i suoi oltre 12mila volumi a disposizione
degli utenti, è il cuore pulsante della cultura cittadina e aspira a essere punto di riferimento
per l’incontro e l’integrazione delle diverse forme artistiche che trovano espressione nella
nostra comunità”, evidenzia Botteghi. Nel percorso di ritorno alla normalità dopo l’emergenza sanitaria dei mesi scorsi, domani, domenica 13 marzo, la Biblioteca
Carducci festeggerà il terzo anniversario dell’inaugurazione con un programma di
iniziative per trascorrere un pomeriggio all’insegna della cultura, in collaborazione con
dell’associazione Amici della Biblioteca Carducci. Dalle ore 15.00 alle ore 19.00 sarà
possibile partecipare a visite guidate (per massimo 20 persone) a cura di Silvia Palazzi,
con gli intermezzi musicali del maestro Stefano Falleri. Dalle ore 15.30 alle ore 18.30
l’appuntamento sarà con “Spazio 43, Pronti…si gioca!”, giochi da tavolo con la
collaborazione di “Tiferno in gioco” per bambini dagli 8 ai 12 anni (massimo 15 partecipanti
accompagnati da un solo genitore). Dalle ore 16.30 alle ore 18.00 la Sala 22 ospiterà
l’evento “Segni particolari: streghe!”, letture ad alta voce per bambini dai 4 agli 8 anni di età (massimo 10 partecipanti muniti di cuscino accompagnati da un solo genitore). Dalle
ore16.30 alle ore 18.30 la Sala 16 farà da cornice al laboratorio creativo per bambini dai 4
agli 8 anni intitolato “L’antro della strega” (massimo 12 partecipanti muniti di matita, colori e tubetto di colla accompagnati da un solo genitore). Per informazioni è possibile contattare
la Biblioteca Carducci al numero di telefono 075.8523171 o attraverso l’indirizzo di posta
elettronica biblioteca@comune.cittadicastello.pg.it . Per partecipare agli eventi in programma è necessario esibire il Super Green pass e indossare la mascherina. Per le
visite in Pinacoteca è possibile rivolgersi ai numeri di telefono 075.8554202, 0758520656 e
335.460050 (Whatsapp) e all’indirizzo di posta elettronica cultura@ilpoliedro.org .

notizie