HomeGubbioAl Mausoleo un "roseto di memoria, pace e riconciliazione" nel ricordo dei...

Al Mausoleo un “roseto di memoria, pace e riconciliazione” nel ricordo dei Quaranta Martiri

Published on

spot_img

80 anni dall’eccidio dei Quaranta Martiri, alle celebrazioni di questa mattina presenti anche il Cardinale Gualtiero Bassetti, l’Onorevole Walter Verini e il Procuratore Generale Militare Marco De Paolis
Inaugurato il “Roseto di memoria, pace e riconciliazione”, posto sul lato destro del giardino del mausoleo

E’ iniziata come sempre col suono a lutto del Campanone la giornata del 22 giugno a Gubbio, nel ricordo di  quanto avvenne 80 anni fa con l’uccisione di 38 uomini e 2 donne da parte dei soldati dell’esercito germanico di occupazione. Una rappresaglia feroce e iniqua contro innocenti, scatenata dall’uccisione due giorni prima di un ufficiale medico e il ferimento di un altro ad opera di un gap cittadino nel caffè Nafissi di corso Garibaldi.

In occasione dell’ottantesimo anniversario, caduto in giornata prefestiva, la partecipazione ai vari momenti della giornata è stata particolarmente numerosa. Dopo la veglia di preghiera tenutasi all’aperto davanti al mausoleo nella serata di venerdì 21 giugno, all’alba il vescovo di Gubbio, Luciano Paolucci Bedini, ha celebrato la messa nell’ora dell’eccidio, al termine della quale ha impartito la benedizione alle tombe.

Il programma civile delle celebrazioni si è aperto alle ore 10 con la deposizione di corone di fiori presso i monumenti cittadini dedicati ai caduti di tutte le guerre e davanti all’Edificio Scolastico di via Perugina, luogo dove gli ostaggi vennero trattenuti e interrogati e dove trascorsero la loro ultima notte prima della fucilazione. Quindi, davanti all’ingresso del mausoleo dove i Quaranta riposano si sono tenuti i discorsi ufficiali.

Il sindaco Filippo Mario Stirati ha voluto sottolineare l’emozione per la sua ultima giornata con la fascia tricolore indosso proprio in una giornata così densa di significati per la città e ha concluso il suo intervento promettendo di continuare “a collaborare con l’Associazione Famiglie dei 40 Martiri anche da lunedì prossimo da libero cittadino”.

E’ intervenuto poi Marco De Paolis, il magistrato che ha diretto la Procura militare della Repubblica di La Spezia dal 2002 al 2008 e quella di Roma dal 2010 al 2018 e attualmente Procuratore generale militare presso la corte d’appello militare di Roma, istruendo oltre 500 procedimenti giudiziari per crimini di guerra commessi durante il secondo conflitto mondiale. Con la voce più volte interrotta dalla commozione ha parlato dell’immane tragedia delle vittime civili e degli internati militari italiani nel periodo compreso tra il 1943 e il 1945. “Noi dobbiamo dare una speranza ai nostri bambini – ha detto De Paolis – con la conoscenza e l’impegno. Uccidere innocenti è un crimine e queste cose non devono più accadere”. Hanno inoltre preso la parola tra gli altri l’onorevole Walter Verini, Maurizio Zingales, sindaco di Mirto il comune siciliano luogo d’origine di Giovanni Zizolfi, uno dei martiri. Infine la celebrazione religiosa presieduta dal cardinale Gualtiero Bassetti. Al termine con una semplice cerimonia, la presidente dell’Associazione Famiglie dei 40 Martiri, Laura Tomarelli, ha inaugurato il “Roseto di memoria, pace e riconciliazione”, in ricordo proprio dell’80° anniversario dell’eccidio, posto sul lato destro del giardino del mausoleo.

Ultimi Articoli

“Umbria Film Festival”, le chiavi della città di Montone ad Alice Rohrwacher e stasera al regista Olivier Assayas

La cerimonia di consegna delle chiavi della città ha visto protagonista nella serata di...

Usl Umbria 1, al via la formazione per la nuova Lettera di dimissione ospedaliera

Adeguata in in conformità con il formato del Fascicolo Sanitario Elettronico, rappresenta un miglioramento...

“Interno pompeiano”, a Palazzo Ducale di Gubbio un insolito racconto fotografico delle domus di Pompei

Inaugurata lo scorso 30 giugno, nell'ambito del progetto La Sottile Linea d'Umbria, la mostra...

Il 12 luglio via XX Settembre parzialmente chiusa al traffico, sospeso servizio navetta

Il Comando di Polizia Municipale di Gubbio comunica che, per consentire l’esecuzione di lavori...

Correlati

“Umbria Film Festival”, le chiavi della città di Montone ad Alice Rohrwacher e stasera al regista Olivier Assayas

La cerimonia di consegna delle chiavi della città ha visto protagonista nella serata di...

Usl Umbria 1, al via la formazione per la nuova Lettera di dimissione ospedaliera

Adeguata in in conformità con il formato del Fascicolo Sanitario Elettronico, rappresenta un miglioramento...

“Interno pompeiano”, a Palazzo Ducale di Gubbio un insolito racconto fotografico delle domus di Pompei

Inaugurata lo scorso 30 giugno, nell'ambito del progetto La Sottile Linea d'Umbria, la mostra...