HomeEventi e Appuntamenti"Classe AI +++...", Carmine Calvanese in mostra a Gualdo Tadino dal 6...

“Classe AI +++…”, Carmine Calvanese in mostra a Gualdo Tadino dal 6 luglio

Published on

spot_img

Sabato 6 Luglio, alle ore 11:00, presso il Museo del Somaro / Centro Arte Contemporanea di Gualdo Tadino, in via Calai 37, si inaugura la mostra personale di Carmine Calvanese: “CLASSE AI +++…”

La mostra, a cura di Nello Teodori, con un testo critico di Bianca Pedace, è patrocinata dal Comune di Gualdo Tadino e dal Polo Museale cittadino.
Carmine Calvanese, nato a Salerno nel 1956, ha studiato pittura all’Accademia di Belle Arti di Napoli con corsi di cinema e fotografia. Nel 1985 si trasferisce a Vittorio Veneto (TV) dove intensifica la carriera artistica con attività poliedrica: pittura, scultura, video e arte digitale. Attualmente vive in una casa-studio di sua proprietà nel borgo di Revine Lago dove ha fondato lo Spazio Viavai, un centro di cultura e di esposizione per l’arte contemporanea.
“L’opera di Carmine Calvanese, attivo da anni – e da tempi lontani e non sospetti – con il digitale, è caratterizzata da un linguaggio apparentemente mimetico, di verosimiglianza figurativa (VI-A-MARE, 2023-2024). Si notano, tuttavia, elementi incongrui: gli aerei e le bombe, assimilati a cibo o a fiori, esplicitano una linea che proviene dal Surrealismo figurativo, in particolare di Dalì, ma conosce lontane ascendenze da un filone fantastico e orrifico che parte ancor prima, da Bosch. Infatti il soggetto, al di sotto della seduzione del colore e della icastica composizione, riguarda gli orrori della guerra – e le tragedie delle migrazioni – su cui Calvanese alza un grido di protesta e di pietà. Le grandi dimensioni e la stessa scelta di formati e tipologie della tradizione – il polittico ad esempio – indicano l’impegno e la sfera nella quale i lavori si collocano.” (Bianca Pedace).
Le opere dell’artista, installate in vari ambienti del Museo del Somaro, riconoscibili per le particolari caratteristiche linguistiche e per la comunicazione grafica che le accompagna, intrattengono un dialogo possibile con l’ampia collezione museale permanente, in un sistema di relazioni inaspettate e interessanti. La mostra rimarrà aperta da sabato 06 Luglio a domenica 29 settembre 2024.

Orari di apertura dal venerdì alla domenica dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 15:00 alle 18:00.
Polo Museale Gualdo Tadino: www.polomusealegualdotadino.it – tel. 075 914 24 45.

Ultimi Articoli

“Umbria Film Festival”, le chiavi della città di Montone ad Alice Rohrwacher e stasera al regista Olivier Assayas

La cerimonia di consegna delle chiavi della città ha visto protagonista nella serata di...

Usl Umbria 1, al via la formazione per la nuova Lettera di dimissione ospedaliera

Adeguata in in conformità con il formato del Fascicolo Sanitario Elettronico, rappresenta un miglioramento...

“Interno pompeiano”, a Palazzo Ducale di Gubbio un insolito racconto fotografico delle domus di Pompei

Inaugurata lo scorso 30 giugno, nell'ambito del progetto La Sottile Linea d'Umbria, la mostra...

Il 12 luglio via XX Settembre parzialmente chiusa al traffico, sospeso servizio navetta

Il Comando di Polizia Municipale di Gubbio comunica che, per consentire l’esecuzione di lavori...

Correlati

“Umbria Film Festival”, le chiavi della città di Montone ad Alice Rohrwacher e stasera al regista Olivier Assayas

La cerimonia di consegna delle chiavi della città ha visto protagonista nella serata di...

Usl Umbria 1, al via la formazione per la nuova Lettera di dimissione ospedaliera

Adeguata in in conformità con il formato del Fascicolo Sanitario Elettronico, rappresenta un miglioramento...

“Interno pompeiano”, a Palazzo Ducale di Gubbio un insolito racconto fotografico delle domus di Pompei

Inaugurata lo scorso 30 giugno, nell'ambito del progetto La Sottile Linea d'Umbria, la mostra...