sabato, Novembre 26, 2022
HomeLocal“Baby-cittadini” a palazzo comunale di Città di Castello ricevuti da sindaco ed...

“Baby-cittadini” a palazzo comunale di Città di Castello ricevuti da sindaco ed assessori

I bambini della scuola dell’infanzia La Tina alla scoperta della vita pubblica. Tante domande al primo cittadino e la consegna di un colorato elaborato con le principali richieste per migliorare la vita non solo a scuola ma anche nei luoghi dei giochi e incontri

Secondi: “questi sono i momenti preziosi e graditi per capire da vicino come dovrà essere la città del domani”

“Baby-cittadini” a palazzo comunale: inedito, allegro e proficuo incontro fra i piccoli studenti della scuola dell’infanzia La Tina accompagnati dalle loro insegnanti (secondo circolo didattico) con il sindaco, Luca Secondi ed alcuni assessori della giunta, il vice-sindaco, Giuseppe Bernicchi, Letizia Guerri e Benedettta Calagreti. Prima un “colorato” saluto in piazza Gabriotti e poi mezz’ora di confronto nella sala del consiglio comunale che i bambini e le bambine hanno scoperto ed ammirato per la prima volta.

Una originale occasione per approfondire la conoscenza del nuovo sindaco, degli amministratori e per toccare con mano il funzionamento della macchina comunale direttamente nella sala dove si riuniscono i rappresentanti eletti dai cittadini per prendere le decisioni e confrontarsi sulle questioni che riguardano la città e la sua comunità. Un graduale ritorno alla normalità ed il riappropriarsi di progetti didattici e visite esterne alla scuola che ha inevitabilmente toccato i temi di scottante attualità a partire dalla guerra scoppiata in Ucraina e il desiderio di pace che i “baby-cittadini” hanno manifestato consegnando a sindaco ed assessori colorati striscioni ed eloquenti disegni.

Il sindaco e i colleghi di giunta si sono poi concessi con interesse alla raffica di domande e quesiti dei piccoli scolari, dal “perché indossa la fascia tricolore”, “a che cosa fa durante la giornata”, “al significato del palazzo e dei luoghi visitati” fino alla consegna di un elaborato, un cartellone ricco di disegni eloquenti con alcune richieste a sindaco e assessori: dalla sostituzione di panchine e giochi al parco, alla necessità di collocare altri cestini ed ancora interventi per migliorare il proprio luogo di svago, studio ed incontro con altri bambini. Con gli assessori, il primo cittadino ha spiegato ai bambini cosa fa un amministratore, come funziona la macchina comunale, come si investe nella scuola, nelle opere pubbliche, nei servizi, rispondendo a domande di tutti i tipi. “Questi incontri spontanei costituiscono una occasione unica per noi amministratori pubblici di ascoltare i cittadini del futuro e poter attraverso i loro occhi e le loro richieste programmare l’attività pubblica a partire dai piu’ piccoli”.

“Siete la nostra risorsa più importante – ha concluso il sindaco Luca Secondi – siete coloro ai quali affidiamo il futuro della nostra comunità e per questo teniamo moltissimo ad ascoltarvi e a condividere le nostre idee con voi”.

notizie