venerdì, Gennaio 27, 2023
HomeLocalIl grande batterista internazionale Peter Erskine, icona del jazz mondiale, a Gubbio...

Il grande batterista internazionale Peter Erskine, icona del jazz mondiale, a Gubbio per una Masterclass

Il grande batterista internazionale Peter Erskine, vera e propria icona del jazz mondiale, venerdì 2 dicembre arriva a Gubbio per una eccezionale Masterclass che si terrà dalle ore 16.00. Organizzato presso il Centro Servizi Santo Spirito, questo evento segna la collaborazione fra tre importanti realtà del territorio eugubino: l’Associazione Jazz Club Gubbio – festival Gubbio No Borders, l’Associazione Amici della Musica – Oltre Festival e la Scuola Comunale di Musica di Gubbio “Musica Nova”, con il patrocinio del Comune di Gubbio e del Conservatorio di Musica “Francesco Morlacchi” di Perugia.
Una sinergia che porterà nella città dei Ceri un imperdibile evento didattico, che sta già registrando un alto numero di iscrizioni. La Masterclass è difatti un’esperienza unica per ascoltare uno dei batteristi più importanti del panorama mondiale, da cui trarre preziosi insegnamenti: fresco di nomination ai Grammy Awards 2023 nella categoria “Best Jazz Instrumental Album” per il disco Live In Italy, Peter Erskine ha scritto pagine fondamen­tali per il jazz. Originario del New Jersey, la sua carriera inizia nella big band di Stan Kenton e subito dopo inizia la leggenda con i Weather Report. Insieme a Jaco Pastorius e Joe Zawinul diventa membro fondamentale nell’epoca d’oro di quella che è la fusion band più importante della storia della musica, registrando cinque dischi e vincendo un Grammy Award con 8:30. A seguire, la collaborazione con Michael Brecker, Mike Mainieri, Don Grolnick e Eddie Gomez degli Steps Ahead, con cui ha lasciato una traccia indelebile nel jazz degli anni ’80.
Il suo talento, la sua versatilità e le sue numerose collaborazioni con musicisti, big band e blasonate orchestre lo hanno portato ad essere votato miglior batterista dell’anno per dieci volte dai lettori del Modern Drummer Magazine. Ha inciso oltre 600 dischi, fra cui troviamo i lavori con le big band di Maynard Ferguson, Bob Mintzer, la Word of Mouth Big Band di Jaco Pastorius e Kenny Wheeler, le orchestre come la BBC Symphony Orchestra, l’Ensemble Modern, la London Symphony e la Los Angeles Philharmonic. Ha inoltre inciso con musicisti quali Steely Dan, Lyle Mays, Joni Mitchell, gli Yellowjackets, Chick Corea, Pino Daniele, Freddie Hubbard, Gary Burton, Pat Metheny, Eliane Elias, Mike Stern, Miroslav Vitous, John Scofield, Ralph Towner.

notizie