sabato, Maggio 21, 2022
HomeLocalGubbio: nuova ecoisola

Gubbio: nuova ecoisola

Si trova nei pressi dell’area camper, è completamente informatizzata e servirà a turisti e a chi transita in città per brevi periodi

Taglio del nastro questa mattina per la nuova ecoisola che nasce in via del Bottagnone, nei pressi dell’area di sosta dei camper. Un’area completamente informatizzata, accessibile tramite tessera magnetica, rivolta alle utenze presenti in città per brevi periodi che
attualmente trovano difficoltà nel rispettare i conferimenti associati al calendario di raccolta
standard, ovvero camperisti, turisti che alloggiano in appartamenti, titolari di seconde case che non usano comunemente il porta a porta. L’ecoisola, realizzata grazie al finanziamento ottenuto tramite un bando Auri per circa 22mila euro e cofinanziata con circa 9 mila euro di fondi comunali, è stata inaugurata stamattina alle 11 alla presenza del sindaco di Gubbio Filippo Stirati, dell’assessore all’Ambiente e vicesindaco Alessia Tasso, del presidente di AURI Antonino Ruggiano e del direttore operativo di Gesenu Massimo Pera.

L’ecoisola accoglie cinque contenitori da 1.100 lt, gli utenti autorizzati all’utilizzo della stessa potranno conferire i materiali (carta e cartone, plastica, secco residuo, frazione organica, vetro e metalli)  identificandosi attraverso una tessera rilasciata dal Comune, che sarà possibile ritirare presso il servizio IAT, in via della Repubblica. A gestire l’ecoisola sarà Gesenu, che si occuperà degli svuotamenti quotidiani inserendola nel giro della differenziata. Gli utenti potenzialmente destinatari della nuova ecoisola sono circa 102 strutture ricettive extralberghiere e circa 1.500 utenze di seconde abitazioni ricadenti nelle zone servite da porta a porta.
Di “grande lungimiranza ed efficacia nell’azione dell’amministrazione comunale” ha parlato il presidente Ruggiano, che ha sottolineato “il forte e costante impegno del Comune di Gubbio in tema di ambiente e raccolta differenziata. Vedere le tante buone pratiche, come quella che oggi presentiamo, portate avanti in questo territorio – ha sottolineato Ruggiano – regala speranza per il futuro delle nostre città. A Gubbio esiste una rete di servizi per i cittadini che innalza la qualità della vita e rende questa città vivibile e godibile”.
Il vicesindaco Tasso, nell’illustrare le caratteristiche della nuova ecoisola, ha sottolineato il costante impegno dell’amministrazione in tema di raccolta differenziata, “un servizio che da oggi estendiamo davvero a tutti, anche chi si trova a transitare in città per brevi periodi. Tra l’altro l’ecoisola è doppiamente rispettosa dell’ambiente, essendo a livello energetico completamente autonoma grazie ai pannelli solari installati nella sua parte superiore”.

Il sindaco Stirati ha parlato, in tema di differenziata, “di una sfida molto ambiziosa in un Comune così vasto e geograficamente complesso: portare la differenziata da Belvedere a Corraduccio non era una missione semplice, ma ha voluto significare mettere tutti i cittadini sullo stesso piano. Anche oggi facciamo un passo importante nella direzione della riduzione dell’impatto ambientale, un tema importante che stiamo trattando e declinando su più fronti, con la stessa Auri e con la Regione”. In conclusione, il direttore Pera ha parlato di una “ulteriore tappa di un percorso molto positivo”, dando un dato importante: “ a Gubbio a febbraio abbiamo raggiunto una percentuale di raccolta differenziata pari al 71 per cento, 100 tonnellate in meno di indifferenziato. Si tratta di numeri davvero significativi e frutto di un lavoro notevole, che speriamo possa proseguire”.

notizie