HomeGubbioL’Ensemble Micrologus apre il Festival delle Nazioni con un omaggio a Signorelli...

L’Ensemble Micrologus apre il Festival delle Nazioni con un omaggio a Signorelli e Perugino

Published on

spot_img

Città di Castello, Chiesa di San Domenico
mercoledì 23 agosto 2023 ore 21.00

La cinquantaseiesima edizione del Festival delle Nazioni si apre mercoledì 23 agosto alle ore 21.00 con il concerto inaugurale dell’Ensemble Micrologus, che porta in scena nella Chiesa di San Domenico di Città di Castello un omaggio musicale a due grandi Maestri della pittura rinascimentale: Signorelli e Perugino. L’arte gentile e l’armonia splendida. La formazione italiana, specialista di musica antica e attiva dal 1984, proporrà musiche devozionali e cortesi legate alla cultura umanistica di questi due grandi pittori umbri del Rinascimento, cui ricorre per entrambi il cinquecentesimo anniversario della scomparsa.

In occasione dell’inaugurazione del Festival delle Nazioni si rinnova inoltre la collaborazione con il Consorzio ProCentro: le vetrine del centro storico di Città di Castello si coloreranno di ‘Italia’, grazie agli allestimenti pensati e realizzati dai commercianti tifernati in omaggio al Paese ospite della cinquantaseiesima edizione della manifestazione.

Celebrando il cinquecentenario della morte, il fatidico anno 1523, di due grandi Maestri della pittura rinascimentale quali furono Luca Signorelli e Pietro Vannucci detto ‘il Perugino’, Micrologus presenta un ricco e straordinario programma di musica sacra e profana dell’epoca. Ispirato all’Assunzione della Vergine Maria del Perugino (Duomo di Napoli) e al Giudizio Universale del Signorelli (Duomo di Orvieto), capolavori che mostrano una miriade di angeli musicisti che suonano gli strumenti tipici dell’epoca (archi, fiati e percussioni), questo programma illustra le differenti musiche sviluppatesi in seguito alla diffusione della cultura umanistica propria dell’Italia del Quattrocento. Musiche che sono state conservate in preziosi manoscritti, databili dal 1480 al 1520 circa, redatti per le ricche e illuminate signorie e corti dell’epoca. In questi manoscritti vi troviamo canzoni, ballate, strambotti, barzellette, chansons, rondeaux, canti carnascialeschi, laudi spirituali, bassedanze e balli, contrappunti su tenori, insomma una varietà di colori musicali di opere a più voci, tre o quattro, dei vari compositori contemporanei, che anticipano quella che sarà poi, attraverso l’uso delle edizioni a stampa, la diffusione della complessa tecnica della polifonia e del contrappunto rinascimentale. Il programma Signorelli e Perugino. L’arte gentile e l’armonia splendida, mentre contrasta e combina sentimenti musicali di devozione spirituale, amor cortese e sensualità terrena, cerca di riflettere l’ampia tavolozza di emozioni mostrate negli imponenti affreschi dei celebri maestri vissuti in un momento storico considerato l’apice della raffinata cultura italiana.

Il lavoro del Micrologus, strettamente basato su accurate ricerche del contesto storico della musica che esegue, incluso i lavori sulle tradizioni orali, gli dà una meritata reputazione come primo nella performance storicamente documentata. Tuttavia, la chiave del suo successo con il pubblico è il suo stile musicale eccezionalmente vivace e, soprattutto, accessibile, mescolando vari colori strumentali con la polifonia vocale. Fondato nel 1984 dai musicisti umbri Patrizia Bovi, Goff redo Degli Esposti e Gabriele Russo, insieme con Adolfo Broegg (1961-2006), l’Ensemble collabora con il teatro, il cinema (registrarono la colonna sonora del film Mediterraneo di Gabriele Salvatores) e con diversi artisti di musica contemporanea (tra cui anche i Fratelli Mancuso), senza dimenticare i loro lavori in studio e partecipazioni a importanti festival europei. Nella formazione impegnata al Festival delle Nazioni figurano Patrizia Bovi a canto e arpa, Gabriele Russo a viola da braccio, lira da braccio, ribeca, liuto, Goffredo Degli Esposti ai flauti diritti, zufolo e tamburo e cornamusa, Enea Sorini a canto, dolcimelo e percussioni, Crawford Young al liuto, Katerina Ghannudi a canto e arpa.

I biglietti per il concerto (intero € 15,00, ridotto € 10,00) sono in vendita online su www.vivaticket.it oppure nella biglietteria di Città di Castello in via Marconi 8a, aperta fino al 22 agosto dalle ore 11.00 alle ore 13.00 e dalle ore 17.30 alle ore 19.30 e a partire dal 23 agosto dalle ore 11.00 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 18.00. La biglietteria sul luogo del concerto aprirà un’ora prima dell’inizio dell’evento. Per ulteriori informazioni, ticket@festivalnazioni.com, 349 8092046, 075 8522823. La cinquantaseiesima edizione del Festival delle Nazioni dedicata all’Italia proseguirà sino al 7 settembre 2023, a Città di Castello e nell’Alta Valle del Tevere. Per maggiori informazioni www.festivalnazioni.com

Ultimi Articoli

Piazza Grande: da domenica 28 aprile riapre il luogo simbolo della città

Dopo 9 mesi di lavori partiti a luglio e finanziati per un milione di...

Inaugurazione nuova sede del Centro Antiviolenza di Gubbio, che sarà intitolato a Maria Eda “Edes” Panfili

Il Centro Antiviolenza di Gubbio si trasferirà in una nuova sede, proseguendo nella sua...

56ª ASSEMBLEA AVIS REGIONALE UMBRIA: AUMENTANO LE DONAZIONI MA NON SI RAGGIUNGE L’AUTOSUFFICIENZA PLASMATICA

Si è tenuta domenica 16 aprile a Spoleto la 56esima assemblea regionale di Avis...

“Vittorio Fiorucci: un candidato sostenuto da una coalizione compatta che lavora per unire la città”

Gubbio Civica, Club Millennials e i tre partiti di centro destra Lega, Fratelli d’Italia...

Correlati

Piazza Grande: da domenica 28 aprile riapre il luogo simbolo della città

Dopo 9 mesi di lavori partiti a luglio e finanziati per un milione di...

Inaugurazione nuova sede del Centro Antiviolenza di Gubbio, che sarà intitolato a Maria Eda “Edes” Panfili

Il Centro Antiviolenza di Gubbio si trasferirà in una nuova sede, proseguendo nella sua...

56ª ASSEMBLEA AVIS REGIONALE UMBRIA: AUMENTANO LE DONAZIONI MA NON SI RAGGIUNGE L’AUTOSUFFICIENZA PLASMATICA

Si è tenuta domenica 16 aprile a Spoleto la 56esima assemblea regionale di Avis...